La Musica di Dante, i cori giovanili italiani alla corte del sommo Poeta, Conferenza di presentazione

In occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri (1321-2021)

Il progetto La Musica di Dante, i cori giovanili italiani alla corte del sommo Poeta si articola quale percorso musicale e corale e coinvolge 9 cori giovani regionali italiani per oltre 300 giovani coristi selezionati con oltre 550 ore di sessioni di studio e formazione sul territorio distribuite in 9 mesi alle quali segue una stagione concertistica distribuita in tutta Italia. Nel contempo a 9 compositori vengono commissionate 9 nuove composizioni composte su misura per ciascun coro e ispirate alla figura di Dante Alighieri nell’anno a lui dedicato. Il progetto prevede inoltre la pubblicazione di un volume con le nuove composizioni oltre alla realizzazione di un compact disc. Il progetto termina con un convivio corale in Toscana con la partecipazione di tutte le selezioni corali coinvolte con un concerto finale a conclusione dell’anno corale dantesco.


Il progetto presentato da ARCoPu Associazione Regionale Cori Pugliesi viene realizzato in stretta collaborazione con ARCA Associazione Regionale Cori d’Abruzzo, OCC Organizzazione Cori della Calabria, ARCC Associazione Regionale Cori della Campania, USCI Friuli Venezia Giulia, ACP Associazione Cori del Piemonte, FERSACO Federazione Regionale Cori della Sardegna, ACT Associazione Cori della Toscana, ARCOVA Associazione Regionale Cori della Valle d’Aosta e con il patrocinio di Feniarco e con il sostegno del Ministero della Cultura.

Il progetto sarà presentato

lunedì 21 giugno 2021 alle ore 18,00 su ARCoPu WebTv

il canale YouTube di ARCoPu e vedrà la partecipazione di Carlo Berlese, Eleonora Briatore, Gianfranco Cambareri, Elena Carotti, Franco Foglia, Vicente Pepe, Pierfranco Semeraro, Moreno Signorini e Gianni Vecchiati. Nel contempo sarà lanciata la piattaforma on line con ogni dettaglio oltre alle video interviste ai compositori e ai direttori coinvolti.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.